Quando una grave dimenticanza porta inevitabilmente ad una tragedia

Un padre che corre nel parcheggio aziendale, sotto il sole cocente, urlando come un matto il nome della sua bambina. Poi apre la macchina e trova la piccola esanime sul sedile posteriore.
Io questa scena la vedo, ma solo per pochi secondi, perché non riesco a sopportarla.
La stanchezza, lo stress, la vita disumana che facciamo tutti.
E un giorno maledetto ti convinci di aver fatto una cosa che invece non hai fatto.
Stavi pensando al lavoro, alla rata del mutuo, alle tasse da pagare.
Magari non dormi tre ore di fila da quando è nata tua figlia.
La mente si incastra, un meccanismo si blocca e ti inganna.
È successo a Pisa, l’altro ieri.
Tutti parlano di un genitore modello, padre e marito esemplare.
Come possiamo evitare che…
Leggi l’intero articolo su: http://www.dadelandia.net/2018/05/20/quando-una-grave-dimenticanza-porta-inevitabilmente-ad-una-tragedia/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.