La festa di Cibele

 

E mansueti sulla riva intanto vanno errando del Xanto i suoi leoni… 

Grande Madre degli dèi dell’antica Frigia, protettrice di tutte le cose, Cibele passò dall’Asia Minore alla Grecia, dove venne identificata con Rea. I suoi sacerdoti erano chiamati Coribanti (Frigia), Cureti (Creta) e Dattili Ideai (Troade). Ad Atene le fu consacrato un tempio, divenuto poi magnifico grazie alle statue di Fidia.Il culto di questa dea passò in seguito ai Romani, più o meno al tempo di Annibale; fu innalzato per lei un tempio sul Palatino, e in suo onore avvenivano i Ludi Megalenses. Era raffigurata su un carro trainato da leoni, come una donna maestosa, oppure seduta su un trono con una corona di torri. A lei erano sacri leone, quercia, bosso…
Leggi l’intero articolo su: http://anonimastrega.blogspot.com/2016/08/308-la-festa-di-cibele.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *