Decotto di rovo

 

Non solo confetture…

Care consorelle e confratelli,chi non ha mai staccato una gustosissima mora da un rovo? Non tutti però sanno che l’uso del rovo è indicato nella cura delle emorragie, delle piaghe, dell’influenza, del mal di gola, della raucedine e della diarrea. La radice, che è invece espettorante, va raccolta in primavera, mentre le foglie sono astringenti e vanno raccolte fra aprile e maggio. I frutti combattono la stitichezza, aiutano a digerire, leniscono le infiammazioni della bocca e della gola, e si rivelano astringenti e diuretici.
Un decotto con 3 gr di radice bollita in 1 l d’acqua è utile contro il catarro (ne bastano 4-5 tazze al giorno), e per uso esterno se ne possono fare gargarismi contro le infiammazioni della gola.
Una…
Leggi l’intero articolo su: http://anonimastrega.blogspot.com/2017/03/decotto-di-rovo.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *