Antropologia contadina ottocentesca

 

Colonna sonora: Dance macabre – Camille Saint Saëns
Lo ammetto, ho peccato: mercoledì mattina ho cercato in internet come era andata a finire la puntata di martedì sera de “L’isola dei famosi”. Sì, proprio io, io non ho mai guardato una puntata fin dalla prima edizione…ho ceduto! Ogni giorno, mentre preparo il pranzo, devo subire ben 3 minuti di telegiornale dove si raccontano le ultime vicende dei naufraghi più famosi d’Italia e delle zizzanie che il modello israeliano Raz Degan sta mettendo tra i concorrenti, quasi fosse una notizia di rilevanza nazionale. Eppure la conosco bene questa regola della comunicazione, cioè martellare lo spettatore con una notizia da poco, creargli una necessità inesistente e distrarlo da problemi ben più gravi (onestamente, le vicende di…
Leggi l’intero articolo su: http://slotidetera.blogspot.com/2017/03/antropologia-contadina-ottocentesca.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *